< Dietro

Seleziona eventi o destinazione

Seleziona un evento o un luogo per prenotare la visita

Prenota online

Seleziona la data dal calendario e indica il numero di persone per inviare la tua richiesta di prenotazione.
Sarai ricontattato dal nostro staff. Grazie.


Selezionato:

Persone 1
+ -

Dati prenotazione

Compila il modulo con i tuoi dati per confermare la tua prenotazione.

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono/Recapito *
Note
Accetto il trattamento dei dati e le condizioni del servizio

Prenotazione effettuata

Grazie. Il codice della tua prenotazione è {{codice}}, abbiamo inviato una email di riepilogo all’indirizzo {{email}}



Continua
Prossimo evento
  - 18:30 - S. Rosario - Triduo San Giovanni Battista - Chiesa San Giovanni Battista
CHIESA SAN NICOLA DE' DOMNIS
Chiesa di
San Nicola de’ Domnis

Descrizione del luogo

Sec. VI

Costruita tra il VI e VIII secolo sul colle di Padula, la Chiesa di S. Nicola de’ Donnis è ritenuta la più antica di tutto il Vallo di Diano. Venne eretta molto probabilmente dai monaci italo-greci che, proprio in quel periodo, cominciavano ad insediarsi sul territorio. L’origine della dicitura “De’ Donnis” non è ben certa ma si ritiene derivi da “Dominis”, valle a dire “Signore”.

La chiesa presenta una struttura regolare a navata unica, con la cupola impostata sul tamburo e la cripta, situata sotto il presbiterio, ed utilizzata anche come luogo di sepoltura. Sul fondo della navata vi è una iconostasis con la porta regia chiusa ai lati da muretti, mentre le altre due porte erano probabilmente utilizzate per il popolo, ovvero come entrate separate per uomini e donne. All’interno della chiesa è possibile ammirare una serie di affreschi risalenti al XIII sec. e raffiguranti la “Presentazione di Gesù al Tempio” e le teorie degli Apostoli e dei Santi.

Molto interessanti anche due statue lignee, vale a dire il Cristo benedicente datato 1400 e attribuito alla bottega degli Alamanno, e la Madonna delle Grazie realizzata probabilmente da Giovanni da Nola; entrambe le statue sono oggi custodite nella chiesa di Sant’Antonio abate.

Informazioni utili

Orari di visita

Segui l’itinerario

I luoghi, il territorio

Padula, famosa nel mondo per la monumentale Certosa di San Lorenzo, patrimonio UNESCO, è ricca di elementi artistici e architettonici, fatta di chiese strade, statue ed edicole votive realizzate anche in pietra locale che testimoniano 1100 anni di vita. Non è possibile, quindi, trascurare il contesto nel quale il sito certosino è stato edificato e soprattutto trascurare due elementi fondamentali: la materia e lo spirito della Certosa. Scopri gli itinerari attraverso il territorio di Padula.

Progetto finanziato POR Campania FESR 2014/2020