< Dietro

Seleziona eventi o destinazione

Seleziona un evento o un luogo per prenotare la visita

Prenota online

Seleziona la data dal calendario e indica il numero di persone per inviare la tua richiesta di prenotazione.
Sarai ricontattato dal nostro staff. Grazie.


Selezionato:

Persone 1
+ -

Dati prenotazione

Compila il modulo con i tuoi dati per confermare la tua prenotazione.

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono/Recapito *
Note
Accetto il trattamento dei dati e le condizioni del servizio

Prenotazione effettuata

Grazie. Il codice della tua prenotazione è {{codice}}, abbiamo inviato una email di riepilogo all’indirizzo {{email}}



Continua
Prossimo evento
  - 18:30 - S. Rosario - Triduo San Giovanni Battista - Chiesa San Giovanni Battista
BEATA VERGINE DEL MONTE ROMITO Il Santuario riapre il 5 maggio 2024
Beata Vergine
del Romito

Descrizione del luogo

Il Santuario intitolato alla Beata Vergine Maria del Monte Romito si trova a 1380 m s.l.m.

È difficile stabilire con esattezza le origini della chiesa. Probabilmente vi sorgeva un rifugio di qualche eremita che qui si era ritirato e che volle dedicare un piccolo edificio sacro alla Madre di Cristo, ma dovrebbe essere precedente al XVII secolo, come sembrerebbe indicare la struttura architettonica del portale.

La struttura originaria è stata completamente trasformata dai vari interventi; forse vi era una costruzione romanica preesistente. La facciata presenta blocchi di pietra squadrati. La piccola aula rettangolare è molto semplice e presenta tre nicchie: a sinistra e a destra si possono ammirare le statue in pietra di Padula di San Michele Arcangelo, patrono di Padula, e della Vergine, scolpite verso la metà del Settecento (la prima precisamente ne 1729) da Andrea Carrara (1688-1757), abilissimo capomastro della grande comunità di scalpellini padulesi del ‘700; al centro, nei mesi estivi, la Madonna delle Grazie del Romito (XVI sec.) nella caggia di legno.

La devozione dei Padulesi per la Beata Vergine del Romito è fortemente radicata sin dai tempi lontanissimi. Il pellegrinaggio dal paese si ripete due volte l’anno: l’ascesa la prima domenica di maggio e il rientro l’ultima domenica di agosto quando la sacra immagine viene portata di nuovo nella chiesa della SS. Annunziata.

Il Santuario sarà riaperto al culto domenica 5 maggio 2024. In occasione del pellegrinaggio che accompagna l’ascensione della statua della Vergine dal centro cittadino al Monte Romito, festeggeremo l’inaugurazione e la riapertura al culto del Santuario che è stato oggetto di lavori di ristrutturazione che hanno interessato la cappella, il campanile e l’area circostante.

 

Prenota la tua visita!

 

Informazioni utili

Il Santuario intitolato alla Beata Vergine Maria del Monte Romito si trova a 1380 m s.l.m.

prenota

Orari di visita

Il pellegrinaggio si tiene la prima domenica di maggio e l’ultima domenica di agosto.

Segui l’itinerario

La devozione dei Padulesi per la Beata Vergine del Romito è fortemente radicata sin dai tempi lontanissimi. Il pellegrinaggio dal paese si ripete due volte l’anno: l’ascesa la prima domenica di maggio e il rientro l’ultima domenica di agosto quando la sacra immagine viene portata di nuovo nella chiesa della SS. Annunziata.

I luoghi, il territorio

Padula, famosa nel mondo per la monumentale Certosa di San Lorenzo, patrimonio UNESCO, è ricca di elementi artistici e architettonici, fatta di chiese strade, statue ed edicole votive realizzate anche in pietra locale che testimoniano 1100 anni di vita. Non è possibile, quindi, trascurare il contesto nel quale il sito certosino è stato edificato e soprattutto trascurare due elementi fondamentali: la materia e lo spirito della Certosa. Scopri gli itinerari attraverso il territorio di Padula.

Progetto finanziato POR Campania FESR 2014/2020